Ai margini del vuoto - 2003

Ai margini del vuoto - 2003

 

Anno di realizzazione: 2003

Dimensioni: cm 83 x 54 x 21

Rame, ottone e alpaca su tavola

Opera inserita nella sezione ARTE DEI METALLI di questo sito con tre particolari

 

�Ma che cos�è un confine? Come funziona? Perché a un certo punto qualcuno decide di stabilire un confine? Come viene vissuto un confine?�

P. Zanini, SIGNIFICATI DEL CONFINE, I limiti naturali, storici, mentali, Milano 2002, p.XIII


�.. i confini muoiono e risorgono, si spostano, si cancellano e riappaiono inaspettati. Segnano l�esperienza, il linguaggio, lo spazio dell�abitare, il corpo con la sua salute e le sue malattie, la psiche con le sue scissioni e i suoi riassestamenti, la politica con la sua spesso assurda cartografia, l�io con la pluralità dei suoi frammenti e le loro faticose ricomposizioni, la società con le sue divisioni, l�economia con le sue invasioni e le sue ritirate, il pensiero con le sue mappe dell�ordine.�

C. Magris, COME I PESCI IL MARE �, in Aa. Vv., FRONTIERE, supplemento a �Nuovi Argomenti�, 1991, n.38, p.12


Il confine è uno spazio. Segni, forme, trame, lo popolano. Mi chiedo quali trasformazioni avvengono dentro di noi quando passiamo da uno spazio ad un altro. Nel passaggio mutiamo. Non siamo più ciò che eravamo, potremo essere ciò che non siamo stati: il confine non è più una linea, ma un luogo magico. Forse non diamo una forma con i nostri �abiti� anche al nostro corpo, la cui pelle ne costituisce il confine fra noi e gli altri, fra gli altri e noi, fra tutti noi e il mondo?
I confini ci definiscono, creano un ordine talvolta necessario per vivere; i confini costituiscono i luoghi della differenza. In questa fascia tutto può accadere; si può �al limite� decidere di vivere all�interno di essa perché ognuno di noi porta con sé la sua storia e i suoi riferimenti. Ecco che nel passaggio dall�interno all�esterno e viceversa, questo luogo si materializza e ciò che noi vediamo è una terra che sta nel mezzo..

Pietro Emanuele

pagina precedente

Web design by Wide :: admin